News feed

"La direttiva PSD2 pone sfide enormi, in un contesto di business che prefigura un cambio di paradigma del rapporto tra istituti finanziari tradizionali e utenti finali."

E' quanto afferma Teo Santaguida, Responsabile del centro Competenza Antifrode IKS, nell'articolo a firma pubblicato nella prestigiosa rivista Cybersecurity Trends edita dalla Global Cyber Security Center Foundation, un'organizzazione senza scopo di lucro fondata e finanziata da Poste Italiane e da altre aziende associate, creata per promuovere la sicurezza informatica in Italia e nel resto del mondo.

Nell'edizione di giugno infatti Nicola Sotira, DG della Fondazione, dedica ampio speciale alla normativa PSD2, per coglierne tutti gli aspetti, non solo normativi ma anche di opportunità in termini di business.

Per saperne di più: gcsec.org/cybersecurity-trends-magazine

 

E' questo il caso della nuova violenta diffusione scatenatasi in questi giorni a causa del malware Petya, già conoscouto nel 2016 ma che si è presentato in una nuova variante, persino più pericolosa dell'ormai tristemente noto Wannacry.

Il nuovo Petya riavvia subito i sistemi infetti e rende quindi impossibile l'eventuale opera di disinfestazione da parte dei tecnici, cosa che se aggiunta all'uso dell'exploit EternalBlue ha permesso al ransomware di diffondersi su migliaia di sistemi in poco tempo.

Al momento l'Ucraina sembra essere il Paese con il numero di infezioni più importante, mentre le organizzazioni coinvolte nell'infezione includono agenzie governative, aziende di trasporti, supermercati e altre ancora. 

 

Sottocategorie