In una software defined economy cambiano radicalmente i paradigmi della competizione: “tutti prima o poi saranno in competizione con una startup” o con un competitor che ne adotta processi e soluzioni tecnologiche. Per non rischiare di perdere posizioni di mercato, anche le aziende di grandi dimensioni devono percorrere la strada dell’evoluzione definendo costantemente nuovi modelli di business.

In quest’ottica negli ultimi anni ha preso piede un movimento che ridefinisce il modus operandi dei due player chiave dell’IT: lo sviluppo e le operations.

Lo scopo ultimo del DevOps è di ridurre il time to market garantendo al contempo la qualità di quanto sviluppato e la stabilità dell’infrastruttura di erogazione.

Da un punto di vista strettamente tecnologico l’adozione del DevOps significa soprattutto portare l’automazione in ogni fase:

  • provisioning ed orchestrazione degli ambienti; siano essi on-premise, in cloud o containerizzati.
  • building degli artefatti.
  • testing
  • deploy
  • esercizio in produzione.

Questo si realizza sia mediante la messa in opera di soluzioni di tipo “Infrastructure as Code”, di “Continuous Delivery/Deployment” e di “Testing automatico”, che nella realizzazione di sinergie tra i vari team di lavoro che collaborano e usano strumenti comuni durante tutto il ciclo di vita dell’applicazione/servizio.

In questo senso IKS da anni accompagna i propri clienti nello sviluppo dei processi e nell’adozione delle soluzioni legate al DevOps: aiutandoli nello scegliere e nell’implementare quelle piattaforme tecnologiche best of breed che meglio si adattano ad essere integrate e a valorizzare quanto già presente in azienda.

IKS fornisce inoltre servizi di controllo e gestione tecnologica con un team di lavoro dedicato e con forti competenze tecniche sulle diverse piattaforme.

 

TAGS

Infrastructure as Code

Containerization

Orchestration

Continuous Deployment/Delivery

Continuous Integration

Mobile Testing

Functional Testing