Evoluzione Data Center

L’evoluzione del Data Center verso una gestione orientata ai servizi, la forte condivisione delle risorse, l’ottimizzazione estrema della capacità computazionale e un’interazione sempre più self-service con gli utenti finali sono le sfide che si trovano ad affrontare i manager dell’IT.La tecnologia d’avanguardia aiuta a sfruttare al meglio ciascuna risorsa del Data Center.

 Ma gli strumenti da soli non bastano.

È il giusto mix di competenza, esperienza sul campo e tecnologia a dare risultati concreti nella solzuione delle principali fonti di stress che riguardano il DC e... il suo responsabile!

Le fonti di stress per chi deve confrontarsi con il già complesso mondo della gestione del Data Center sono principalmente 3.

IL BUDGET

La pressione per i tagli di badget e per la sua allocazione ottimizzata deve essere allentato! Ecco degli ottimi rimedi:

  • Automazione delle procedure ripetitive:
    Eliminare i task manuali e ripetitivi: sono esosi dal punto di vista del tempo e della manutenzione, introducono errori manuali/umani.
  • Pianificazione della crescita
    Concentrarsi sulla pianificazione puntuale del medio lungo periodo per avere sempre le risorse sufficienti ma non eccedenti.
  • Ottimizzazione delle risorse esistenti
    Puntare sull’analisi dell’uso delle risorse al fine di comprendere i normali trend di utilizzo, scovare le inefficienze e pianificare gli interventi di ottimizzazione.

IL BUSINESS

Le richieste provenienti dall'area commerciale vanno veloci e hanno sempre massima priorità, perchè sono la prima linea sul fronte del business. Il loro impatto deve essere velocemente ed efficacemente assorbito:

  • Censimento e pubblicazione dei servizi IT
    Trasformare le attività di gestione dell’IT in servizi a favore degli utenti finali interni o esterni all’azienda.
    Le attività dell’IT diventano così attività a valore che il management può comporre per supportare i processi di business.
  • Incremento dei livelli di servizio
    Dominare e gestire le nuove architetture e le modalità di erogazione dei servizi tecnologici consente di migliorare le performance e di avere tutte le informazioni in tempo reale per essere parte attiva nelle scelte strategiche aziendali.
  • Riduzione dei tempi di troubleshooting
    Migliorare i tempi di individuazione dei problemi e di diagnosi dei malfunzionamenti grazie ad algoritmi di autoapprendimento e autoconfigurazione che facilitano sia la fase di implementazione che di uso degli strumenti di supporto aiuta a ridurre i tempi di risoluzione dei problemi e quindi di disservizio e migliora notevolmente la il livello di servizio percepito.

LA GESTIONE ORDINARIA

La complessità e la numerosità delle richieste quotidiane ed ordinarie crea spesso un sovraccarico al quale difficilmente si sfugge e al quale si sommano emergenze, contingenze, richieste straordinarie.

  • Razionalizzazione dei processi
    Rivedere le procedure di gestione dell’IT secondo gli stessi standard interni. Questo consente di ridurre l’effort di gestione delle attività, favorisce la ripetibilità, il miglioramento qualitativo delle procedure e riduce il rischio di errori manuali.
  • Gestione centralizzata e controllata delle configurazioni
    Automare la gestione delle configurazioni dei server significa ridurre i tempi di configurazione stessa, di recupero delle informazioni e di controllo e avere la possibilità di verificare eventuali cambiamenti o disallineamenti nelle configurazioni e notificarli in tempo reale.
  • Configurazione dinamica e automatica degli strumenti
    Utilizzare strumenti di autoconfigurazione e autoapprendimento per gestire dinamicamente il controllo e la gestione delle risorse virtuali.
  • Automazione delle attività ripetitive
    Demandare tutto ciò che è ripetitivo e standard a strumenti dedicati permette di dedicare tempo, attenzione e risorse a attività strategiche per l’azienda, aumentando l’efficienza di tutto il sistema.
  • Mappa dell’infrastruttura virtuale
    Mantenere una mappa sempre aggiornata dell’infrastruttura virtuale mette ogni specialista nelle condizioni di poter operare tempestivamente ed efficacemente nell’ambiente evitando lunghi passaggi di consegne o affiancamenti.
  • Analisi e reportistica automatica sullo stato del data center
    Analisi aggiornate e significative dell’infrastruttura consentono di tenere la situazione costantemente sotto controllo per essere tempestivi negli interventi e adeguati nelle decisioni strategiche.

soluzione

IKS lavora da tempo sui temi dell’infrastruttura e della governance IT promuovendo una cultura di valorizzazione dei servizi IT, di ottimizzazione dei processi di gestione e di efficienza del sistema IT e dei suoi singoli componenti.

Sul campo IKS ha maturato esperienza decennale e know-how sui processi IT, sugli strumenti di gestione disponibili e sul mercato.

Nel tempo IKS ha seguito molte aziende leader nei settori finance, manifatturiero e servizi nelle scelte metodologiche e tecnologiche di evoluzione e ottimizzazione del Data Center.